Comunicazione & Forme

 

                    www.formedicomunicazione.com                               

Poesia e Computer

 

 

 

POESIA E COMPUTER anno 2004. Tra poesia e multimedialitÓ, offre spazi di approfondimento letterario e non, per capire, comprendere e riflettere sulla tecnologia che oggi ci circonda..

 

 

___________________

POESIA E COMPUTER anno 2004. Potete inviarmi le vostre domande, curiositÓ, un vostro articolo, un saggio multimediale o una vostra opinione su internet e su tutto ci˛ che lo circonda.Gli articoli in questione saranno valutati, e se ritenuti idonei inseriti nei contenuti di questa sezione o in altre di formedicomunicazione.

 

 

 


Gli, uomini...
calpesteranno il fiore,
bimba mia.

Angela Battaglia

 

 Email@

 


E guarda: guarda la pioggia
che scende giù dal cielo.

- Dal Cielo?

Tu guarda!
Guarda la pioggia che bagna
le foglie, gli alberi, i tetti,
le macchine in sosta, le cose.
La pioggia lava,
purifica il mondo!

- Domani non ci saranno
i terroristi?

Tu, guarda.
Il seme berrà la pioggia
tanto da diventare fiore.

- E, gli uomini?

 

Poesie in rilievo su Poesia e Computer :

Offre la lettura di versi in Lingua italiana, tradotti in altre Lingue da un programma computerizzato senza altri interventi di modifica.

Poesia  "Dialogo"  di Angela Battaglia

 

 

 

 

8 luglio 2005

Pioveva e, anche ieri pioveva, nella città dove abito e in qualche altra città.
Era nata così, guardando la pioggia, nel lontano 1980, la poesia "Dialogo".
Interiormente c'era la dolcissima responsabilità dell'essere diventata madre.
Il "dialogo" era ipottizzato con mia figlia.
Qualche anno dopo, verso il 1983, la poesia Dialogo era venuta alla ribalta (madre e figlia) durante la trasmissione televisiva "Poesia e Computer" che avevo ideato e che conducevo, settimanalmente, per circa due anni, ospitando poeti in studio e interessandoci delle loro opere.
A fine trasmissione dedicavamo all'ospite una poesia computerizzata. La "coniava" Pippo Vecchioni servendosi di un programma computerizzato nel quale immetteva testi dell'Autore nostro ospite.
I Tecnici, di grande bravura, avevano composto una sigla televisiva dove la tastiera del computer si sovrapponeva sull'immagine del mio volto.
Lo staff dell'Emittente era affiatato e solidale.
Direttore dei telegiornali era Giorgio Micheletti.
Direttore dell'emittente era Arman Pour Jabar: fratellanza, intellettuale, tra uomini.

Angela Battaglia



Immagine da Sigla televisiva del 1984

 

DIALOGUE

And it looks: it looks at the rain
what it goes down down from the sky.
- From the Sky?
You look!
The rain that bathes looks
the leaves, the trees, the roofs,
the cars in standstill, the things.
The rain washes,
it purifies the world!
- There won't be tomorrow
the terrorists?
You, look.
The seed will drink the rain
so much to be become flower.
- And, the men?
Him, men...
they will stamp on the flower,
my baby.

Angela Battaglia

 

DIALOGUE

Et il regarde: il regarde la pluie
qu'il descend du ciel en bas.
- Du Ciel?
Tu regardes!
Il regarde la pluie qui mouille
les feuilles, les arbres, les toits,
les voitures en arrêt, les choses.
La pluie lave,
il purifie le monde!
- Il y n'aura pas demain
les terroristes?
Tu regardes.
La graine boira la pluie
beaucoup d'à devenir fleur.
- Et, les hommes?
Il, hommes...
ils piétineront la fleur,
mon enfant.

Angela Battaglia

 

ICH DIALOGISIERE

Und es sieht an: es sieht den Regen an
daß es unten aus dem Himmel aussteigt.
- Vom Himmel?
Du siehst an!
Es sieht den Regen an, der befeuchtet,
die Blätter, die Bäume die Dächer
die Autos in Halt, die Dinge.
Der Regen wäscht,
es reinigt die Welt!
- Morgen wird es nicht geben
die Terroristen?
Du siehst an.
Der Samen wird den Regen trinken
viel von Blume werden.
- Und, die Männer?
Er, Männer...
sie werden die Blume treten,
mein Kind.

Angela Battaglia

 

DIÁLOGO

Y mira: mira la lluvia
qué baja abajo del cielo.
- Del Cielo?
Tú miras!
Mira la lluvia que moja
las hojas, los árboles, los techos,
las máquinas en parada, las cosas.
La lluvia lava,
purifica el mundo!
- Mañana no habrán
los terroristas?
Tú miras.
La semilla beberá la lluvia
mucho de convertirse en flor.
- Y, los hombres?
Él, hombres...
pisarán la flor,
mi cría.

Angela Battaglia

 


www.formedicomunicazione.com

Di seguito sono qui riportate le traduzioni nell'ordine :

Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo.

a cura di Walter De Maria